Intervista doppia ai vice Giovani

Anna Battaglia e Davide Dotti

Nome / Nickname:

Davide

Dots

Anna

Annette

Età:

Davide

23

Anna

20

Lavoro/occupazione/università:

Davide

Sono neo-laureato alla triennale in Produzioni animali, ora cerco di dare una mano a casa.

Anna

Scienze del servizio sociale

Parrocchia:

Davide

Parrocchia di Novi!

Anna

San Giacomo Roncole

Passioni/Hobbies:

Davide

Mi piace correre, nuotare e fare giri in montagna
(meglio se in compagnia).

Anna

Cucinare

Canzone:

Davide

We built this city, Starship (anche se L’Amour Toujours…)

Anna

Dispari, Marta sui Tubi

Film / Serie preferiti:

Davide

Fringe!
Film non saprei… Il buono, il brutto e il cattivo?

Anna

Inception

Libro sul comodino:

Davide

Domani nella battaglia pensa a me, J. Marias (che però fatico a finire)

Anna

Il grande mare dei Sargassi, Jean Rhys

Il viaggio più bello della tua vita:

Davide

Budapest 2014
(così bello che ci ho lasciato il cellulare…!)

Anna

Pellegrinaggio Gèils a Santiago

Qual è stato il tuo percorso in AC?

Davide

Dopo essere stato Acierrino sono passato ai GG, e poi ai G. E fin qua… Come servizio sono stato educatore ACR per due anni e dal secondo anno di Giovani ho smesso per diventare animatore giovanissimi e sto continuando!

Anna

Ho fatto educatrice ACR elementari, poi medie e adesso sono responsabile G

Che cosa ha significato per te diventare vice?

Davide

Ha significato un bello scombussolamento, perché mi sta portando a mettermi sempre e costantemente in movimento, verso gli altri ma soprattutto verso il Signore. Da un lato, confido che questa tensione porti sempre più a una maggior conversione personale.
Devo aggiungere però che i non pochi timori iniziali sono stati attenuati dalla presenza accanto a me di persone davvero disposte a mettersi in gioco per pensare al bene dell’AC. Penso ad Anna prima di tutto, ma anche agli assistenti che sono la nostra guida, al presidente e, soprattutto, ai tanti giovani che si sono mostrati vicini in questo periodo particolarmente “intenso” per noi. Più che una fortuna mi piace vedere questa rete di persone come un segno della vicinanza del Signore alla nostra associazione e lo ringrazio!

Anna

Diventare vice è stata una bella sorpresa! La ricchezza più bella penso che sia il contatto con gli altri, si lavora sempre con gli altri e non si è mai da soli! È bello chiamare i giovani e conoscere persone con cui non avevo mai avuto a che fare, essere vice è un modo per farsi tanti amici! Un aspetto importante è che si riesce ad avere una visione unitaria del settore e dell’associazione, grazie ad esempio al rapporto con il consiglio diocesano che ci sostiene e ci dà tanti consigli preziosi. La responsabilità mi sta aiutando ad uscire dai miei schemi, ti stupisce!

Qual è il tuo personaggio biblico preferito?

Davide

Uh, domanda impegnativa questa! Non saprei. In questo tempo in cui il papa spinge a essere evangelizzatori con l’odore delle pecore però mi sembra che San Paolo possa essere una figura importante. Non mi ci rivedo, ma mi piace perché prima di diventare l’evangelizzatore che conosciamo ha dovuto lavorare molto su sé stesso e sulla sua idea di Dio, vivendo la quotidianità. È quindi una figura che richiama all’importanza del lavorare sulla formazione della propria coscienza, aspetto della vita di un cristiano che ho paura si stia un po’ perdendo.

Anna

Zaccheo, perché  nonostante la sua vita, nonostante la folla, accoglie la proposta di Gesù che lo chiama per nome. Sale sull’albero mettendosi in ricerca e lasciandosi cercare da Gesù.

Che cosa ti piace di questo papa?

Davide

Beh, intanto mi piace il fatto che ci fornisce un casino di materiali su cui lavorare, vedi gli ultimi discorsi fatti a Roma all’AC. Lascio 3 aggettivi per non perdermi: vicino, profetico, bomber.

Anna

Tra le altre l’attenzione viva che ha nei confronti dell’AC, anche verso le tensioni che dobbiamo mantenere spronandoci sempre a migliorare e a non appoggiarci, ma ad essere  sempre in cammino e inquieti.

Descrivi il tuo collega vice G con tre aggettivi.

Davide

Mirandolina, ma tanto tanto preparata e con voglia di pensare il meglio per tutti i Giovani della diocesi.

Anna

Davide è riflessivo, ha intuizioni molto belle e riesce sempre ad essere coinvolgente, è ottimista, trova sempre il lato positivo anche quando sembra non esserci, fa tantissime cose ed è instancabile, trova sempre il tempo per una telefonata o per fare le tracce di un incontro a qualsiasi orario. Lato negativo: si dimentica sempre qualcosa, soprattutto le chiavi del centro diocesano.

Sogni come vice?

Davide

Poter contribuire alla formazione di un gruppo di Giovani che siano amici e si vogliano bene e che grazie a questi legami possano camminare sempre più alla sequela di Cristo.

Anna

Spero in questo triennio che riusciamo ad essere sempre inquieti, in ricerca, per non appoggiarci sulle nostre convinzioni ma lasciarci interrogare dagli altri e accogliere la chiamata di Gesù a scendere dal sicomoro.

Fai un augurio al tuo collega vice…

Davide

Oh Anna, ti auguro di sapermi sopportare nonostante tutti i miei limiti! E spero tanto che questi tre anni possano contribuire alla formazione della tua identità, lasciandole un’impronta bella, con i tratti del volto di Cristo.

Anna

Che migliori la sua memoria, ma soprattutto che batta il suo record personale di corsa… con gli altri!

di Francesco Grazian

Cosa stai cercando?