A tutto campo

Festa dell'Adesione all'AC - 8 dicembre 2021

Come ogni anno l’Azione Cattolica festeggia la propria adesione all’associazione nel giorno dell’8 dicembre, festa dell’Immacolata Concezione, sotto lo sguardo materno di Maria, a cui storicamente è sempre stata legata.
La “Festa dell’Adesione” è un tempo importante in cui rinnovare il proprio “sì” al Signore e alla Chiesa tramite l’associazione, è un modo per ridire con un gesto concreto il proprio essere a servizio delle comunità locali che si abitano, schiudendosi al tempo stesso a uno sguardo globale.

Lo slogan per l’adesione di quest’anno “A tutto campo”, scelto a livello nazionale, invita infatti, da un lato a fare zoom sulle nostre realtà locali e dall’altro a montare il grandangolo all’obiettivo per allargare il nostro sguardo.
“A tutto campo” significa avere uno sguardo sulla pluralità della vita, farci prossimi a tutti nella fraternità, con l’umiltà e la compassione del Buon Samaritano. Fare un tratto di strada insieme a ogni donna e a ogni uomo che incontriamo, prenderci cura di chi è nella necessità, con responsabilità e in alleanza con chi incrociamo lungo il cammino.
Vuol dire, partendo dalla bellezza del Vangelo, ideare progetti che facciano i conti con i limiti e le fragilità che ci permettano di adattarci all’altro senza perdere la nostra identità.
Significa saper leggere e interpretare con sensibilità di fede il mondo adulto in tutte le sue sfumature e trasformazioni, guardare al futuro con speranza e passione sapendo che lo Spirito ci anticipa e ci accompagna.

“Quanto condiviso in occasione del Convegno presidenti e assistenti unitari diocesani – ha scritto la Presidenza Nazionale di AC – ci ha spinti a cogliere ancora con maggiore urgenza e consapevolezza la sfida ad essere laici impegnati a fare sintesi tra conversione ecologica e cammino sinodale.
L’8 dicembre la Presidenza nazionale, oltre a partecipare all’Angelus con papa Francesco come da tradizione, vivrà la Festa dell’Adesione in due associazioni parrocchiali di Roma e donerà alcuni alberi ai quartieri abitati da queste comunità. Un gesto concreto e allo stesso tempo simbolico che esprime il desiderio di guardare con speranza rinnovata il campo in cui siamo radicati perché vi si continui a seminare con cura e passione: ciascuno di noi può essere il buon giardiniere che fa Rifiorire la vita associativa”.

Quest’anno in tante parrocchie della diocesi di Carpi si festeggia l’adesione all’Azione Cattolica e alla Chiesa in modo particolare: in molte l’8 dicembre, in altre nelle domeniche successive. Oltre a una messa dedicata all’associazione, ogni parrocchia è solita svolgere un’assemblea con i propri associati e aperta a tutti per riflettere su alcuni temi specifici, cari al carisma dell’associazione.
In questo tempo – ha detto la presidente diocesana di AC Carlotta Coccapanisiamo chiamati a lasciarci guidare dallo Spirito Santo e a percorrere il cammino sinodale che la Chiesa sta vivendo. Allora quale occasione migliore per condividere il discernimento sinodale se non proprio durante le assemblee parrocchiali che si riuniranno per le varie feste dell’adesione?
Lo slogan di quest’anno “A tutto campo” ci invita a rimanere attenti alle nostre realtà locali per annunciare il Vangelo nella ferialità delle nostre giornate, ma anche ad allargare lo sguardo per cogliere i segni della presenza dei Risorto in tutte le pieghe del nostro tempo. Il Signore ci accompagni sempre nel nostro impegno a servizio della Chiesa – ha concluso la presidente -, perché sia un luogo accogliente, caloroso, festoso nel quale tutti si possano sentire a casa”.

Cosa stai cercando?